• logo_ pes 1
  • logo_ cag 1
  • logo_pes2
  • logo_ cag2
  • logo_pes3
  • logo_cag3
  • logo_pes4
  • logo_ cag4
  • logo_pes5
  • logo_cag5
  • logo_pes6
  • logo_cag6
  • logo_pes7
  • logo_cag7

Cepollaro Giovanna

giovy

 

Pace, prima di raccontarvi come il Signore ha operato nella mia vita, voglio condividere con voi un passo della sua parola: “ Come la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere annaffiato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, affinché dia seme al seminatore e pane da mangiare, così della mia parola, uscita dalla mia bocca: essa non torna a me a vuoto, senza aver compiuto ciò che io voglio e condotto a buon fine ciò per cui l’ho mandata”. Isaia 56­-10 a11. Sono cresciuta in una famiglia cristiana, dove ho ricevuto i sani insegnamenti della parola di Dio. Nonostante questo all’età di circa sedici anni ho cominciato a frequentare i culti raramente, fino ad assentarmici del tutto. Volevo essere libera di vivere nel mondo, libera di comportarmi come i miei amici; anche se sapevo di non essere come loro e la consapevolezza che alcune cose dispiacciono al Signore e che bisogna ubbidire alla sua parola, pesava sul mio carattere ribelle. Così ho fatto le mie esperienze; ho cominciato a fumare, a interessarmi al mondo dell’occulto a vestirmi in modo stravagante e a fare quelle piccole cose che chi conosce il Signore sa essere sbagliate e lo ringrazio per essermi stato accanto, perché nella mia “libertà” ero comunque “legata”al suo insegnamento. Dopo la laurea il Signore ha voluto che mi trasferissi insieme a mio marito, nella città di Pesaro dove ha ripreso l’opera nella mia vita. In seguito a svariate prove all’immensa paura della morte e delle malattie e ad un forte malessere nel mio cuore, ho sentito fortemente il bisogno di ritrovarlo ed ho ricominciato a rifrequentare i culti. Giorno dopo giorno il Signore parlava al mio cuore, incominciavo a sentirlo vivo e reale e non più un punto interrogativo. Con amore ha messo ordine nella mia vita incutendo dentro di me il suo timore che non significa avere paura ma rispetto, il prendere coscienza che lui esiste ed è presente nella nostra vita e proprio per questo conosce ogni nostro passo, ogni nostro pensiero ogni parola prima che esca dalla nostra bocca. Mi ha donato la sua intelligenza, e in un attimo era tutto chiaro davanti a me... mi ha fatto capire che i miei ideali molto “poetici”erano solo un’astuzia del maligno. Mi ha liberata dal vizio del fumo in una sola notte mediante un sogno,in cui ha scacciato quelle forze del male che mi tenevano nel buio con la sua potente voce.. ed io non c’ero mai riuscita in tanti anni. Ha cambiato il mio aspetto esteriore spogliandomi dai costumi del mondo che non gli sono graditi, io, che non vivevo senza i miei gioielli alla moda, all’improvviso così conciata mi sentivo fuori luogo in sua presenza; ha cambiato il mio aspetto interiore, aprendo il mio cuore indurito dal mondo e dalle delusioni, plasmando il mio carattere ribelle e anticonformista, rendendomi mite e docile. Mi ha liberato dal mio carattere malinconico e pessimista dalla tremenda paura della morte, dal mio attaccamento all’arte. In dieci mesi ha stravolto la mia vita, rendendomi chiaro il vero significato delle parole libertà e verità… L’undici novembre del 2007 ho reso pubblico il mio amore per lui scendendo nelle acque battesimali, e l’undici gennaio dello stesso anno dietro ad una prova e ad un grande pentimento mi ha maggiormente consacrata a lui battezzandomi nello Spirito Santo, ed io lo ringrazio e lo voglio servire nel migliore dei modi, per far parte del suo esercito ed essere la sua luce nel mondo. Mi ha dato la grazia di vedere anche mio marito scendere nelle acque battesimali, e le mie labbra hanno potuto affermare: “Ecco compiuta la sua grande promessa”. In questo periodo c’è tanta sofferenza nella mia vita, ci sono molti attacchi da parte del maligno e mi sono trovata e mi trovo tutt’ora a dover combattere molto spesso con un immensa tristezza perché quei giganti nella mia vita sono molto alti…ma posso dire ad alta voce quello che prima, da donna del mondo non avrei potuto dire, è che oggi vivo nella pace e nella tranquillità che solo lui può donare, quando dipendo da lui non ho paura della vita e delle avversità perché il Signore non ci abbandona mai e quando ci capita perché capiterà, di attraversare un deserto, il nostro sollievo deve essere la certezza che alla sua fine ci sarà lui ad aspettarci, per dissetarci con il suo amore con la sua giustizia e con l’acqua della vita. Che il Signore sia lodato, amen.

 

                                                                        Cepollaro Giovanna

rif

 

"Ma voi, carissimi, non dimenticate quest'unica cosa: per il Signore un giorno è come mille anni, e mille anni sono come un giorno."

2Pietro 3:8

   modulo via

Perle di Saggezza

Non puoi impossessarti della salvezza per Grazia tramite qualsiasi mezzo che non sia la fede. Questo carbone ardente tolto dall'altare necessita delle molle d'oro della fede con cui portarlo."

                                                          Charles H. Spurgeon  

 

 

                                               calendario

                                                  Riflessioni dal Calendarietto

Rifletti con un'immagine