• logo_ pes 1
  • logo_ cag 1
  • logo_pes2
  • logo_ cag2
  • logo_pes3
  • logo_cag3
  • logo_pes4
  • logo_ cag4
  • logo_pes5
  • logo_cag5
  • logo_pes6
  • logo_cag6
  • logo_pes7
  • logo_cag7

Pari Maria Rosa (Tiziana)

tiziana

 

 

Pace mi chiamo Tiziana e frequento la comunità di Pesaro. Voglio raccontarvi la mia esperienza di salvezza, prima di conoscere il Signore ero di religione cattolica, ma con il tempo mi resi conto che non era il posto  per me perché vedevo troppe falsità. Mia figlia, allora già convertita, mi diceva: “Mamma, vieni con me e vedrai la differenza.” Così un giorno andai con mia figlia solo per curiosità e vedere come si svolgevano questi culti. Successe poi che mi ritrovai ad avere dei grossi problemi con mio figlio, non sapevo proprio come fare, allora chiamai mia figlia e le chiesi di portarmi una Bibbia e iniziai a leggerla. Poi ho cominciato a frequentare la chiesa e a pregare il Signore e Lui risolse il mio problema. Ancora, però, non avevo ricevuto la salvezza. Una domenica mattina, al culto, era presente un pastore francese, stava spiegando un capitolo della Bibbia che diceva di cercare il Signore nella preghiera e di farci avanti per accettarlo nella nostra vita. Io non mi muovevo, restavo ferma, seduta al mio posto perché pensavo: “..ormai il sermone è cominciato, cosa vado avanti a fare?” In quell’attimo ho sentito una voce che mi diceva: “ Anche se il sermone è cominciato, vai avanti lo stesso”, poi ho sentito una forte spinta che mi ha fatto alzare dalla sedia e andare avanti. Ho chiesto a mia figlia se anche lei avesse sentito quelle parole, mi rispose che né lei, né gli altri avevano sentito niente. Da lì ho capito che il Signore si rivolgeva a me, mi toccò e feci l’esperienza della salvezza. In seguito sono scesa nelle acque battesimali e sono stata salvata dalla vecchia vita. Ringrazio nostro Signore di come mi ha aiutato e mi è stato sempre vicino in ogni momento della mia vita, sia nel bene che nel male. Mi ha sempre sostenuto, anche quando mio marito Lamberto è stato male, senza di Lui non so cosa avrei potuto fare. Ho visto la potente mano di Dio anche nell’ultimo giorno di vita di mio marito Lamberto, di come il Signore lo ha salvato e portato nella Sua casa. Era il 16 gennaio del 2016, la mattinata è passata come sempre, poi nel pomeriggio Lamberto ha cominciato ad agitarsi, diceva che aveva molto caldo, si scopriva tutto, urlava forte che non ce la faceva più. Mi chiedeva di farlo scendere dal letto perché voleva buttarsi dalla finestra, diceva: “ Devo buttarmi, Tiziana fammi morire perché ho patito le pene dell’inferno”. Io gli risposi che non potevo farlo scendere dal letto perché aveva la flebo, ma lui era sempre più agitato. In quei momenti io pregai il Signore chiedendogli di salvare la sua anima e di mettere  fine a quell’agonia, chiedevo a Dio di prenderlo per mano e di portarlo nella sua casa. Dopo qualche ora Lamberto si è calmato, ha chiuso gli occhi e ho visto il suo viso rilassarsi, aveva come un sorriso sulla sua bocca. Poi vidi le labbra muoversi come se parlasse con qualcuno e in quel momento ho capito che si stava rivolgendo al Signore, ho la certezza che lo aveva salvato e portato nella sua casa perché era sereno dopo quelle ore trascorse nelle pene dell’inferno, come aveva detto lui. Questo mi consola perché ora so che Lamberto è con Gesù nella sua casa. Lo ringrazio con tutto il cuore per come mi è stato vicino quando mio marito è morto, mi ha dato una grande pace e serenità, anche adesso sento Gesù sempre vicino a me in ogni cosa che faccio o dico, senza il suo aiuto e la forza che mi dà ogni giorno non saprei cosa fare. Sia lode e gloria ogni giorno al Signore. “Riponi la tua sorte nel Signore ; confida in lui, ed egli agirà.”  Salmo 37:5

                                                                                                                                                        Tiziana

 

 

 

 

 

rif

 

"Ma voi, carissimi, non dimenticate quest'unica cosa: per il Signore un giorno è come mille anni, e mille anni sono come un giorno."

2Pietro 3:8

   modulo via

Perle di Saggezza

Non puoi impossessarti della salvezza per Grazia tramite qualsiasi mezzo che non sia la fede. Questo carbone ardente tolto dall'altare necessita delle molle d'oro della fede con cui portarlo."

                                                          Charles H. Spurgeon  

 

 

                                               calendario

                                                  Riflessioni dal Calendarietto

Rifletti con un'immagine