• logo_ pes 1
  • logo_ cag 1
  • logo_pes2
  • logo_ cag2
  • logo_pes3
  • logo_cag3
  • logo_pes4
  • logo_ cag4
  • logo_pes5
  • logo_cag5
  • logo_pes6
  • logo_cag6
  • logo_pes7
  • logo_cag7

Il periodo che precede il battesimo e quello successivo..

                                         “ Il periodo che precede il battesimo e quello successivo..”

Il Periodo che precede il battesimo in acqua come quello successivo al battesimo, è un periodo particolarmente delicato, essendo un passo di ubbidienza che segnerà il credente per tutta la sua vita.

P.1) Come già detto in precedenza il battesimo rappresenta una consacrazione irrevocabile a Gesù Cristo, e al diavolo non piace che un credente faccia sul serio; “Allora il faraone disse:<<Io vi lascerò andare, perché offriate sacrifici al Signore vostro Dio, nel deserto; soltanto non andate troppo lontano; pregate per me>>” (Esodo 8:28). Il diavolo non vuole che i figlioli di Dio vadano troppo lontano fino a lasciare del tutto l’Egitto. Ma come per il popolo d’Israele che, con l’aiuto di Dio, lasciò Egitto attraversando le acque del Mar Rosso, simbolo del battesimo in acqua, (L’Egitto rappresenta il mondo e il faraone il diavolo), così lo è oggi per il battezzante che da inizio al suo esodo; (dal greco éxodos, uscita, voce composta di ex-(=fuori) e hodòs (=strada), avviandosi in un cammino verso la terra promessa (Ebrei 11:8/10).

P.2) Il faraone fece di tutto purché Israele tornasse di nuovo in Egitto come schiavo (Esodo 14:5/9), Ma Dio diede vittoria al suo popolo: “Le acque ritornarono e ricoprirono i carri, i cavalieri e tutto l’esercito del faraone che erano entrati nel mare dietro agli Israeliti. Non ne scampò neppure uno” (Esodo 14:23,26/31).

Consiglio ai credenti battezzanti. Una volta battezzati il consiglio è quello di stare attaccati al Signore, alla sua Parola, alla preghiera e alla Chiesa! Qualsiasi sia la tentazione che va a minare uno solo di questi punti, sappiate che non viene certo dal Signore ma dal diavolo, dal faraone di questo mondo. Lodate il Signore nella Chiesa locale, fate udire anche la vostra voce, siate attivi e partecipate alle attività di Chiesa. Questo darà zelo e credibilità al vostro passo di ubbidienza, e vi aiuterà a fare frutti degni di ravvedimento (Matteo 3:8).

a)      Lodate il Signore nella Chiesa locale, fate udire anche la vostra voce; ( Salmo 34:1; Salmo 40:3 ; Salmo 51:15/17; Salmo 63:3; Salmo 71: 8; Salmo 119: 108; Salmo 119: 171; Salmo 149:6; “ Dio infatti ci ha dato uno spirito non di  timidezza, ma di forza, d' amore e di autocontrollo” 2 Timoteo 1: 7 ).

b)      Una volta battezzati in acqua, se non lo siete stati ancora, ricercate il battesimo nello Spirito Santo!!! Non è un optional ma è indispensabile; (Luca 24:49; Atti 1:8; Atti 2:1/4).

c)       Raccontate agli altri ciò che Dio ha fatto in voi; (Marco 5:19; Giovanni 4:28/30; Giovanni 9:24/25; 1Corinzi 9:16/17; 2Corinzi 5:17/20; 1Pietro 2:9).

d)      Servite in modo attivo il Signore nella Chiesa locale; (1Samuele 1:9; 3:1/2; 4;11/18) Eli un uomo che avrebbe potuto fare molto ma la sua pigrizia e indolenza lo portò a fare poco e male. Eppure era un sacerdote..!?  

Pierre de Coubertin disse che "l'importante non è vincere ma partecipare”, invece il Signore Gesù ci insegna qualcosa di diverso..! (1Corinzi 9:23/24; Apocalisse 2:7, 11, 17, 26; 3:5, 12, 21). Non è certo più il tempo per il credente battezzato di stare seduto.. ma di “correre”!

e)      Mettete a disposizione dell’opera di Dio le vostre risorse e talenti; (Giovanni 15:5,8,16; Efesini 4:7/8; 1Pietro 4:10/11). Ricordate che Mosè poté servire il Signore con un semplice bastone (Esodo 4:1/5), Davide con una fionda e dei sassi (1Samuele 17:40, 48/50), Sansone con una mascella d’asina (Giudici 15:16) , Shamgar con un pungolo da buoi (Giudici 3:31), Jael con un piolo di una tenda diede inizio alla sconfitta dei Cananei (Giudici 4:21/24), Tabitha aveva solo un piccolo ago (Atti 9:39), il ragazzo che servì il Signore con la sua merenda cinque pani d’orzo e due piccoli pesci (Giovanni 6: 9/11), ecc.. Servite il Signore con ciò che avete a “portata di mano” e non guardando a ciò che non avete e che gli altri hanno (Matteo 25:24/30; Marco 14:8). I talenti non ci vengono dati per la nostra gloria o vantaggio personale, ma per servire il Signore.

Se volete servire il Signore e  non sapete al momento come, chiedete al vostro pastore, certi che una mansione vi sarà affidata per il bene della comunità.

                                                                                                                                                 

                                                                                                                                                                                                                                                                                O.E

 

 

rif

 

"Ma voi, carissimi, non dimenticate quest'unica cosa: per il Signore un giorno è come mille anni, e mille anni sono come un giorno."

2Pietro 3:8

   modulo via

Perle di Saggezza

Non puoi impossessarti della salvezza per Grazia tramite qualsiasi mezzo che non sia la fede. Questo carbone ardente tolto dall'altare necessita delle molle d'oro della fede con cui portarlo."

                                                          Charles H. Spurgeon  

 

 

                                               calendario

                                                  Riflessioni dal Calendarietto

Rifletti con un'immagine