• logo_ pes 1
  • logo_ cag 1
  • logo_pes2
  • logo_ cag2
  • logo_pes3
  • logo_cag3
  • logo_pes4
  • logo_ cag4
  • logo_pes5
  • logo_cag5
  • logo_pes6
  • logo_cag6
  • logo_pes7
  • logo_cag7

 

bambinoStoria di Storm, il bambino «asessuato»

Un neonato canadese sarà cresciuto dai propri genitori senza che sappia se è maschio o femmina. Per loro è un «inno alla libertà»

di F.B. · 24 maggio 2011

Storm ha quattro mesi, due enormi occhi blu e capelli biondissimi, ma non si sa se sia maschio o femmina. Nessuna malformazione, nessuna malattia, solo la volontà dei suoi genitori, Kathy Witterick e David Stocker di Toronto, di crescerlo «asessuato» e lasciarlo libero di formare la propria identità come meglio crede. Il concetto di «maschio» e «femmina» non gli sarà insegnato. Il sesso di Storm è noto solo alle levatrici, ai genitori e ai due fratelli maggiori, Jazz, 5 anni, e Kio, 2.

Quando Storm è nato, Kathy e David hanno inviato un'email a parenti e amici: «Abbiamo deciso di non far sapere il sesso di Storm per il momento - un tributo alla libertà e alla scelta invece della limitazione». La reazione è stata immediata: tutti hanno accusato la coppia di imporre la loro ideologia sul neonato, condannandolo a un futuro di bullismo e dileggi da parte degli altri bambini. Ma i due genitori sono convinti di essere nel giusto e di liberare invece il neonato dalle costrizioni imposte dalla società.

Già ai due figli più grandi è concesso di scegliere se vestirsi da maschio o da femmina. Ad esempio, Jazz adora indossare un vestito con la gonna rosa e tiene i capelli raccolti in una treccia. Il risultato è che vengono regolarmente scambiati per due bambine e spesso derisi. Per questo, Jazz ha preferito essere educato a casa. «Quando vivremo in un mondo dove le persone possono scegliere di essere chi vogliono?», ha commentato Kathy Witterick.

  • Credo che in seguito a questa notizia non è possibile non rimanere inacerbiti, adirati, sgomenti, o trovate voi un altra parola …

    Povero Storm, credo che sia veramente il caso di pregare per lui e per i suoi genitori.

    Vogliamo ricordare cos'è che la Bibbia, la Parola di Dio, dice a riguardo: “E Dio creò l'uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina” (Genesi 1:27). Il libro della Genesi parla in un modo molto chiaro della qualità della creazione; era tutto buono, molto buono.

    Dal primo giorno della creazione, quando Dio “vide che la luce era buona” (Genesi 1:4), al sesto giorno, in cui Dio fece le creature viventi, troviamo la stessa frase ricorrente: “Dio vide che questo era buono” (Genesi 1:10,12,18,21,25); in seguito, quando tutta l'opera della creazione fu terminata, “Dio vide tutto quello che aveva fatto, ed ecco, era molto buono” (Genesi 1:31). Ogni cosa che Dio creò era buona, e tutte le cose osservate erano molto buone. “Poi Dio il Signore disse: non è bene che l'uomo sia solo; io gli farò un aiuto che sia adatto a lui” (Genesi 2:18). “ Allora Dio il Signore fece cadere un profondo sonno sull'uomo, che si addormentò; prese una delle costole di lui, e richiuse la carne al posto d'essa, Dio il Signore con la costola che aveva tolto all'uomo, formò una donna e la condusse all'uomo. L'uomo disse:<<Questa finalmente è ossa delle mie ossa e carne della mia carne. Ella sarà chiamata donna perchè è stata tratta dall' uomo>>. Perciò l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e saranno una stessa carne. (Genesi 2:21/24)

  • Qui notiamo una chiara distinzioni di sessi: maschio e femmina, l'uomo e la donna, ed è veramente triste oltre che diabolico lasciare al nascituro e alla sua crescita decidere che cosa vorrà essere, se maschio o femmina, in base a quello che si sentirà e non, in base a quello che è. Questo non lo decide l'uomo, è una decisione che spetta solo a Dio e all'unione di un uomo e una donna.

Ancora troviamo dei passi molto significativi nel libro del Deuteronomio: “La donna non si vestirà da uomo, e l'uomo non si vestirà da donna poiché il Signore il tuo Dio, detesta chiunque fa tali cose” (Deuteronomio 22:5). Il Signore, sin dalla legge di Mosè, ha sempre insegnato di non fare misture nè di sessi o unire cose lecite a cose che Dio dichiara illecite, vediamo ancora nel Nuovo Testamento nella lettera ai Romani:“ Perciò Dio li ha abbandonati a passioni infami: infatti le loro donne hanno cambiato l'uso naturale in quello che è contro natura; similmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna , si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri commettendo uomini con uomini atti infami, ricevendo in loro stessi la meritata ricompensa del proprio traviamento. Siccome non si sono curati di conoscere Dio , Dio li ha abbandonati in balia della loro mente perversa sì che facessero ciò che è sconveniente...” (Romani 1:26/28).

Ancora l'apostolo scrive alla chiesa di Corinto: “...Non v'illudete..., ... né effeminati..., erediterranno il regno di Dio” (1Corinzi 6:9/10), ecc...ecc...

O.E

rif

 

"Ma voi, carissimi, non dimenticate quest'unica cosa: per il Signore un giorno è come mille anni, e mille anni sono come un giorno."

2Pietro 3:8

   modulo via

Perle di Saggezza

Non puoi impossessarti della salvezza per Grazia tramite qualsiasi mezzo che non sia la fede. Questo carbone ardente tolto dall'altare necessita delle molle d'oro della fede con cui portarlo."

                                                          Charles H. Spurgeon  

 

 

                                               calendario

                                                  Riflessioni dal Calendarietto

Rifletti con un'immagine