• logo_ pes 1
  • logo_ cag 1
  • logo_pes2
  • logo_ cag2
  • logo_pes3
  • logo_cag3
  • logo_pes4
  • logo_ cag4
  • logo_pes5
  • logo_cag5
  • logo_pes6
  • logo_cag6
  • logo_pes7
  • logo_cag7

Menu Principale

 praying man

getmedia

 

NOTIZIE           gif-animata-oggetti-giornali 56776

good-news

Risorse

Contatore Visite

Oggi0
Ieri11
Settimana34
Mese292
Tutti160970

UN EVANGELO GRATUITO PER TE!

 

 

UN EVANGELO GRATUITO PER TE!”

 

SE DESIDERI ESSERE CONTATTATO, AVERE UNA CONSULENZA SPIRITUALE, O DEI CHIARIMENTI SULLA BIBBIA E SULL'OPERA DELLA SALVEZZA CHE GESU' HA COMPIUTO SULLA CROCE... CHIAMACI! DOPO AVER PRESO DEI CONTATTI TELEFONICI O PER E-MAIL, PROVVEDEREMO A MANDARTI GRATUITAMENTE DEGLI OPUSCOLI E UN NUOVO TESTAMENTO.

 

Cell. 3408526193 

       3395051774                                                                                       

e-mail otto.pesaro@alice.it

Aggiornamento Bibbia online

bibbia

 

BIBBIA CON RIFERIMENTI INCROCIATI

 

 Per un'ottimale esperienza di navigazione si consiglia di utilizzare Google Chrome o Mozilla Firefox.


Scarica Google Chrome qui

Scarica Mozilla Firefox qui

 

 

Nuovo locale

Da mercoledì 18 luglio 2012 la Chiesa Cristiana Evangelica ADI di Pesaro, si trasferirà nel locale della circoscrizione di Villa Fastiggi Pesaro, in via della Concordia.


I culti nella nuova sede rimarranno inalterati:

Mercoledì ore  20.00 Preghiera

Venerdì ore 20.00 Studio biblico

Domenica ore 10.00 culto di adorazione


locale

 

Ringraziamo il Signore



Visualizza Località salvate in una mappa di dimensioni maggiori

Ricordatevi dei carcerati come se foste loro compagni…

carcere

 “Ricordatevi dei carcerati come se foste loro compagni…”  

(Ebrei 13:3)                                                                                                    

 

PREGHIAMO PER COLORO CHE SI TROVANO NEI  CARCERI IN PARTICOLARE  NELLA CASA CIRCONDARIALE DI VILLA FASTIGGI-PESARO AFFINCHE’ IN QUESTO MOMENTO DI PRIVAZIONE DELLA LIBERTA’ E DI DISCIPLINA POSSONO RIVOLGERSI AL SIGNORE RAVVEDENDOSI E COSI’ OTTENERE DELLE VITE VERAMENTE CONSOLATE E CAMBIATE DALL’ALTO.

Chiesa Cristiana Evangelica ADI Villa Fastiggi-PESARO

“UN TEMPO PER ABBRACCIARE UN TEMPO PER ASTENERSI DAGLI ABBRACCI”

24corona

 

Stiamo vivendo uno dei tempi più difficili della storia recente per la nostra nazione. Il Coronavirus è stato ormai dichiarato pandemia, in quanto ha abbracciato la quasi totalità delle nazioni al mondo con un tasso di contagio e di mortalità molto alto, soprattutto per le persone più fragili come gli anziani. Nessuno mai avrebbe pensato di poter applicare nel nostro tempo il verso della scrittura in Ecclesiaste: “un tempo per abbracciare un tempo per astenersi dagli abbracci” e che avrebbe riguardato una malattia infettiva come il coronavirus. La cosa più triste è che questa pandemia è chiamata la pandemia della solitudine poiché, coloro che purtroppo ne sono colpiti in maniera seria, non possono aver alcun tipo di contatto con i loro cari e spesso i casi più gravi muoiono nella loro solitudine. Ahimè è il caso di fare un'altra applicazione che riguarda questo tempo così difficile ma in cui ritroviamo un'analogia impressionante con quella che è stata la nona piaga in Egitto dove Dio colpì l'Egitto con la piaga delle tenebre: “Allora il Signore disse a Mosè: «Stendi la tua mano verso il cielo e vi siano tenebre nel paese d'Egitto, così fitte da potersi toccare. Mosè stese la sua mano verso il cielo e per tre giorni ci fu una fitta oscurità in tutto il paese d'Egitto. Non ci si vedeva piú l'un l'altro e per tre giorni nessuno si mosse da dove stava; ma tutti i figli d'Israele avevano luce nelle loro abitazioni.”(Esodo 10:21-23). In particolare il verso 23 : “Non ci si vedeva più l'un l'altro e nessuno si mosse da dove stava…” Proprio come stiamo vivendo ai nostri giorni, decreti ministeriali ci consigliano di restare a casa e tutti noi abbiamo, con responsabilità, accolto l'invito, non ci vediamo più l'un l'altro personalmente, non abbiamo la possibilità di incontrarci, di frequentare i nostri culti non avendo più la possibilità di celebrarli. “Nessuno si mosse da dove stava…”, siamo un pò tutti in "quarantena", non usciamo di casa se non per lo stretto necessario o per ragioni di comprovata urgenza. Che cosa possiamo dire se non che quello che stiamo vivendo è una vera e propria piaga, un tempo di tenebre che Dio sta permettendo a questo Egitto figura del mondo. Ma attenzione, leggiamo anche che in tutte le dimore dei figli d'Israele c'era la luce. È un tempo estremamente difficile in cui la parola di Dio ha lo scopo altresì di incoraggiarci, i tempi del ritorno del Signore sono sempre più maturi, ci ritroviamo a vivere negli ultimi termini dei tempi dove Gesù sta per ritornare! Non possiamo permetterci di far spegnere le nostre lampade, questo è il tempo di farle ardere più che mai! In tutte le dimore dei figli d'Israele c'era la luce! La luce della speranza, la luce della parola di Dio; “La tua parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero” (Salmo 119:105). È il tempo di tenere ben accese le nostre lampade attraverso la preghiera, la fiducia che Dio non ci lascia e non ci abbandona! Non è questo il tempo di nascondere la luce, ma di far sì che la luce risplenda nelle nostre case! “E non si accende una lampada per metterla sotto un recipiente; anzi la si mette sul candeliere ed essa fa luce a tutti quelli che sono in casa.” (Matteo 5;15)

 

 

 

 

More Articles...

  1. salmo147

rif

 

"Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesú Cristo, che nella sua grande misericordia ci ha fatti rinascere a una speranza viva mediante la risurrezione di Gesú Cristo dai morti, per una eredità incorruttibile, senza macchia e inalterabile. Essa è conservata in cielo per voi, che dalla potenza di Dio siete custoditi mediante la fede, per la salvezza che sta per essere rivelata negli ultimi tempi. Perciò voi esultate anche se ora, per breve tempo, è necessario che siate afflitti da svariate prove, affinché la vostra fede, che viene messa alla prova, che è ben piú preziosa dell'oro che perisce, e tuttavia è provato con il fuoco, sia motivo di lode, di gloria e di onore al momento della manifestazione di Gesú Cristo. Benché non l'abbiate visto, voi lo amate; credendo in lui, benché ora non lo vediate, voi esultate di gioia ineffabile e gloriosa, ottenendo il fine della fede: la salvezza delle anime."

1Pietro 1:3-9

   modulo via

Perle di Saggezza

Chi si abitua alla fede ci crede, e non può più non temere l'inferno, e non teme altra cosa."

                                                          Blaise Pascal  

 

 

                                               calendario

                                                  Riflessioni dal Calendarietto

Rifletti con un'immagine